Ancora nudo?

Nudo in casa

Un paio di settimane fa, trascorsi una giornata lavorando da casa. Quel giorno, appena suonò la sveglia, mi svegliai e andai in cucina a preparare la colazione, come faccio di solito. Giacché dormo nudo, preparo e consumo la colazione nudo, sempre. Poi, dopo che i miei figli furono usciti per andare a scuola e mentre mia moglie si preparava a uscire pure lei per andare al lavoro, andai a fare un po’ di jogging nel bosco, togliendomi ben presto di dosso il pareo per godermi una bella corsa tutto nudo. Cinquanta minuti più tardi ero di ritorno, solo in casa per la mia meditazione mattutina. Avete indovinato: ancora nudo.

Dopo una bella doccia e provvisto di una buona tazza di tè verde, ero pronto per una lunga giornata di lavoro, con una pila di carte da smaltire e una tonnellata di chiamate da fare. La mattinata scivolò via come una brezza. Mi preparai un frugale spuntino thailandese, che mi gustai sulla terrazza, per poi tornare al lavoro fino al ritorno da scuola dei miei figli. Controllai i loro compiti e quindi li lasciai ai loro giochi, riprendendo il mio lavoro. Era dal giorno prima che non indossavo alcun indumento, eccetto il mio leggero pareo all’inizio della mia corsa mattutina. Avevo quasi terminato il mio lavoro, quando mia moglie fece ritorno a casa. Entrò nel mio studio, mi salutò con un bacio e guardandomi mi chiese: “Ancora nudo?”.

Non che lei non sia abituata a vedermi nudo, visto che indosso a mala pena dei vestiti e mi spoglio completamente appena posso!

La guardai e risposi: “Sì. Perché?”

Si strinse nelle spalle e uscì dallo studio dicendo: “Sembra una cosa un po’ strana. Ma se tu sei contento, lo sono anch’io!”

Lavorai ancora una mezz’ora, mentre lei si prendeva cura dei bambini e controllava per la seconda volta i loro compiti a casa. Poi andai in cucina per preparare la cena (come potete immaginare, mi piace cucinare), mentre i bambini preparavano la tavola. Consumammo una bella cenetta in famiglia, condividendo i principali eventi delle nostre rispettive giornate. Io ero nudo, il resto della famiglia era vestito, e tutti eravamo felici per quei momenti passati insieme.

Il resto della serata ciascuno lo trascorse dedicandolo alle proprie occupazioni: i bambini giocando nella loro stanza, io scrivendo questo post, mia moglie facendo preparativi per l’indomani.

La sensazione di stare nudo per un giorno intero, svolgendo le consuete attività quotidiane, è semplicemente… normale! Si vive una vita normale in uno stato di nudità normale, senza neppure pensarci. L’unica volta in cui ci ho pensato, è stato quando mia moglie mi ha detto: “Ancora nudo?”. Allora mi sono reso conto che non mi ero vestito per tutto il giorno: altrimenti, se non me l’avesse chiesto, non ci avrei pensato affatto, poiché la nudità è una condizione assolutamente normale e inconscia.

Non ci penso neppure quando il resto della famiglia è vestito e io sono nudo. Tutti accettano e rispettano la mia nudità. E la condividono quando il sole e la temperatura lo permettono: allora cessiamo di essere una famiglia mista e diventiamo una famiglia nudista. Ma questa è un’altra storia.

Traduzione di Still naked? A personal story of a #ProudNudist.

Questa voce è stata pubblicata in Nudismo in generale, Testimonianze e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ancora nudo?

  1. Gina la Rossa ha detto:

    Bel racconto…

    Inviata dal mio Windows Phone ________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...