Come spiegare la bellezza del nudismo

Il piacere di stare nudi

Molti di coloro che lo praticano vivono il nudismo in maniera clandestina, di nascosto e come se fosse un demerito. Parecchie persone frequentano spiagge e campeggi dedicati ai nudisti, senza dirlo ai loro amici o ai loro familiari. E si astengono dal raccontare come hanno trascorso le loro vacanze, per evitare di rendere noto che amano vivere il tempo libero in nudità. È indubbio: molti hanno paura delle conseguenze di una simile rivelazione, temono di essere mal giudicati, derisi o addirittura condannati senza appello.

Ecco qui quattro semplici argomenti che possono essere utili, qualora capitasse l’occasione di parlare di nudismo con i vostri parenti e amici.

1. Citate la definizione ufficiale della Federazione Naturista Internazionale, secondo la quale «il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, che si manifesta attraverso la nudità sociale, con lo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell’ambiente». Il nudismo è una pratica nobile e di antica tradizione, seguita in tutto il mondo da milioni di persone, ed è perfettamente legale nella maggior parte dei Paesi europei e in molti Paesi extraeuropei.

2. Ponete la seguente domanda: «Se ti trovassi da solo su una spiaggia deserta e fossi sicuro al 100% che nessuno ti vede, faresti il bagno nudo o con il costume addosso?» Qualsiasi sia la risposta, può essere un buon punto di partenza per iniziare una conversazione sulla gioia che proviamo quando facciamo il bagno nudi. Anche i più riluttanti nei confronti del nudismo possono convenire che fare il bagno nudi è una fonte di piacere (d’altronde, chi mai si rilassa nella vasca da bagno o sotto la doccia con un costume addosso?!?). E se si fa il bagno nudi, perché non riposare sotto l’ombrellone o leggere un libro o fare una passeggiata… nudi?

3. Un’altra domanda che potete fare: «Se tu avessi il potere di cambiare qualcosa nel tuo corpo, cosa cambieresti e perché?» Quasi sempre le persone vorrebbero cambiare qualcosa: eliminare le maniglie dell’amore, procurarsi dei robusti addominali, avere un seno più sodo e così via. Da qui si può iniziare una conversazione sull’ideale di corpo perfetto che ci viene propinata dai mass media, per poi proseguire con l’effetto benefico che la pratica nudista ha sul piano dell’accettazione del proprio corpo. Beninteso: accettare il proprio corpo non significa avere un atteggiamento di trascuratezza nei suoi confronti, bensì avere un rapporto più sereno con i suoi difetti e imperfezioni. Il nudista non si vergogna della propria nudità, perché ama il proprio corpo così com’è. E rispetta la nudità altrui, senza provare disgusto né curiosità morbosa.

4. Lanciate un invito a provare l’esperienza nudista. Dopo tutto, come si fa a giudicare negativamente o positivamente una cosa, se non la si sperimenta di persona? E questo vale in particolar modo per il nudismo: per comprendere le sensazioni di benessere regalate dalla nudità, una sola esperienza diretta conta più di mille discorsi. In verità però – confessiamolo – provare il nudismo ha una grossa controindicazione: crea dipendenza! 🙂

Nudisti insieme

Certo, nonostante tutti i buoni argomenti, talune persone continueranno a pensare che siete un po’ strani, magari si sentiranno in imbarazzo e vi chiederanno di non parlare più di queste cose in futuro. L’accettazione del corpo e la nudità sono argomenti tabù. Le convenzioni sociali, condizionate da pregiudizi duri a morire, inducono la gente a guardare la nudità pubblica con sospetto. Ma l’unico modo per fare qualche progresso è parlare del nudismo in maniera aperta e tranquilla: solo così potremo sperare di far capire che il nudismo è una fonte di benessere fisico e psicologico, che bisogna riconoscere la legittimità della pratica nudista e che il corpo nudo ha una dignità che merita ogni rispetto.

Cominciamo a cambiare atteggiamento noi nudisti. Smettiamola di nascondere che abbiamo fatto una vacanza nudista. Il nudismo è bello, è salutare, è divertente! Spieghiamolo a tutti! Pochi non capiranno, alcuni avranno il desiderio di provare, molti comprenderanno che anche i nudisti hanno il diritto di essere rispettati.

Liberamente ispirato a 4 ways to explain to friends and family why you are a nudist.

Questa voce è stata pubblicata in Coming out, Nudismo in generale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Come spiegare la bellezza del nudismo

  1. Pingback: Como explicar as pessoas a beleza do naturismo? » Os Naturistas

  2. Oriana Cenci ha detto:

    magari evitare di mettere nelle foto gente palesemente NON nudista (segni del costume) aiuterebbe parecchio..

    • esserenudo ha detto:

      E perché? Quando vedo una persona con il segno del costume, penso semplicemente che si tratta di qualcuno alle sue prime esperienze nudiste oppure di un nudista che – purtroppo – è per mille ragioni costretto a farsi delle vacanze col costume addosso.

  3. Oriana Cenci ha detto:

    a me non piace, mi puzza di gente improvvisata

  4. Salve io e il mio compagno facciamo sempre naturismo dove si può,ma peccato ke nn ci sn tanti posti,l’unico vicino è l’isola del morto a Eraclea.

  5. Pingback: Como explicar as pessoas a beleza do naturismo? » Os Naturistas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...